Ingegneria Solare

Fotovoltaico

In cosa consiste un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico produce energia elettrica direttamente dalla luce del sole.
Ciò che è chiamato “effetto fotovoltaico” consiste nella generazione della corrente tramite l’esposizione ai raggi solari del silicio, semiconduttore, elemento base della composizione delle celle fotovoltaiche.
La prima cella fotovoltaica (più celle collegate l’una all’altra formano il Modulo, detto anche “Pannello”, fotovoltaico) è stata costruita negli anni cinquanta anche se è solo negli ultimi anni che, grazie agli incentivi statali previsti nel Conto Energia, la produzione di energia elettrica per mezzo del fotovoltaico ha subito un notevolissimo incremento destinato ad un rapido ulteriore accrescimento nel corso dei prossimi anni.

Quali sono i vantaggi dell’energia solare?

I vantaggi dello sfruttamento dell’energia solare sono molteplici. Innanzitutto l’energia solare è un’energia pulita che non scaturisce alcuna forma di inquinamento (acustico, atmosferico, ecc) , ed è generata da una fonte inesauribile come il sole. Inoltre, si tratta di una fonte di energia esterna alla Terra che si autoalimenta, non dipendente quindi in modo diretto dallo sfruttamento delle risorse del nostro pianeta, ed è “democratica” nel senso che è distribuita in modo uniforme in tutto il pianeta a differenza delle altre fonti energetiche.
Infine l’energia solare è gratuitamente ed ampiamente disponibile, specie se consideriamo che la quantità di luce che investe la terra e che può essere trasformata in energia è migliaia di volte superiore al fabbisogno energetico mondiale.

Come avviene la produzione di energia elettrica fotovoltaica?

Un impianto fotovoltaico è costituito da più moduli fotovoltaici, composti a loro volta da celle fotovoltaiche.
Come già detto, i pannelli fotovoltaici (e quindi le singole celle) irraggiati dalla luce solare producono energia elettrica tramite il cosiddetto “effetto fotovoltaico”. Poiché la corrente prodotta è di tipo “continuo” è sempre necessario trasformare la corrente in “alternata” tramite appositi inverters al fine di rendere possibile sia l’utilizzo immediato dell’energia elettrica prodotta dall’impianto sia l’immissione della stessa energia nella rete elettrica. La corrente prodotta dagli impianti fotovoltaici viene misurata mediante due appositi contatori: il primo conta tutta l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico(che verrà totalmente pagata dal GSE), il secondo è solitamente bidirezionale per lo Scambio Sul Posto - SSP, misura cioè sia l’energia immessa dall’impianto nella rete elettrica sia quella prelevata dalla stessa rete.

L’installazione di un impianto fotovoltaico è piuttosto flessibile poiché sostanzialmente richiede soltanto uno spazio libero da ombreggiamenti e la versatilità delle varie tipologie di pannelli fotovoltaici e delle relative strutture di sostegno li rendono adattabili a qualsiasi tipologia di installazione per ogni esigenza.
Un ulteriore vantaggio dei pannelli fotovoltaici risiede anche nella loro facilità di manutenzione, è infatti sufficiente pulirli periodicamente.
I pannelli fotovoltaici riescono a soddisfare efficacemente la domanda di energia elettrica nei vari periodi dell’anno, per questo motivo risulta vantaggioso preventivare di installare, in contemporanea all’impianto fotovoltaico, sistemi di riscaldamento e condizionamento alimentati ad energia elettrica.

Perché installare un impianto fotovoltaico?

La produzione di energia elettrica da fotovoltaico è in forte crescita da diversi anni, questo perché il bisogno di produrre energia cosiddetta “pulita” è sempre maggiore ed urgente.
Installando oggi un impianto fotovoltaico si diventa produttori (piccoli o grandi) di energia elettrica da fonti rinnovabili , ottenendo così una sostanziale indipendenza energetica e contribuendo in maniera attiva ad un mondo più sano e pulito. Per questo motivo gli stati Europei, al fine di rientrare nei parametri imposti dal protocollo di Kyoto, hanno incentivato in questi anni l’installazione degli impianti con più meccanismi: da diverso tempo in Italia è in vigore il “Conto Energia” che dà l’accesso ad un importante incentivo a tutti coloro che optano per questa fonte energetica per la loro casa o azienda.
Il Conto Energia è quindi un meccanismo di incentivazione che consta nell’erogazione di una tariffa incentivante, fissa, sulla produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici. Affinché gli impianti usufruiscano del Conto Energia devono essere obbligatoriamente connessi alla rete elettrica.
Le somme erogate hanno cadenza bimestrale e durata di 20 anni dalla messa in opera dell’impianto.
Il fotovoltaico ha in genere una notevole versatilità di installazione, per questo motivo esso può essere di piccola(impianti domestici) media o grande taglia(centrali fotovoltaiche) e si adatta facilmente ai diversi usi: domestici, industriali ed agricoli.
Installando oggi un impianto fotovoltaico quindi si può godere 1)della possibilità di utilizzare l’energia prodotta dall’impianto direttamente per i propri bisogni,2) di un guadagno ventennale su tutta la produzione elettrica come previsto appunto dal Conto Energia con l’incentivo erogato dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici), 3) di usufruire fra l’altro di un rimborso parziale della bolletta elettrica(Scambio Sul Posto).
Inoltre, se non si sceglie lo Scambio sul Posto, l’energia immessa in rete dall’impianto FV può essere venduta (Ritiro Dedicato, contratti bilaterali o vendita diretta sul mercato elettrico).

Tutto questo comporta da subito un risparmio notevole sul costo della bolletta ed un guadagno considerevole nei venti anni successivi all’installazione dell’impianto.

Per accedere al Conto Energia, allo Scambio sul Posto o al regime di Ritiro Dedicato (vendita totale dell’energia) bisogna presentare domanda al GSE (Gestore servizi energetici, un tempo GRTN, Gestore sistema elettrico).

Il meccanismo del Conto Energia

Gli impianti fotovoltaici sono incentivati dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) secondo le tariffe previste dal Conto Energia: in base alla tipologia di impianto ed alla potenza, il GSE paga regolarmente, versando direttamente sul conto corrente de produttore, l’importo relativo a TUTTA la corrente prodotta dall’impianto per 20 anni (Visualizza tabelle incentivi >>)

Scambio Sul Posto dell’energia elettrica da fonte solare

Il regime di Scambio Sul Posto consiste in un rimborso parziale o totale dei costi sostenuti per la bolletta elettrica, in base all’energia immessa in rete(prodotta e non autoconsumata). Con le nuove normative in vigore inoltre, nel caso in cui il valore dell’energia immessa ecceda il costo sostenuto per i prelievi e quindi si vanti un credito, si può scegliere di riportare tale credito negli anni successivi oppure di farselo liquidare a fine anno, aggiungendo così un altro beneficio economico.

Il regime di scambio sul posto è previsto per tutti gli impianti fotovoltaici di potenza fino ai 200kw.

Vendita dell’energia prodotta con i pannelli fotovoltaici

Alternativamente allo Scambio Sul Posto, è possibile optare direttamente per la vendita dell’energia elettrica immessa in rete. La vendita dell’energia può essere effettuata tramite il regime di Ritiro Dedicato con il GSE, tramite contratti bilaterali con grossisti, oppure tramite vendita diretta sul mercato elettrico. La vendita dell’energia è in genere adottata per tutti quegli impianti di cui non si consuma l’energia prodotta e comunque per tutti gli impianti con potenza superiore ai 200 kWp.

Entrambi i regimi di Vendita e di Scambio Sul Posto non entrano mai in relazione con il Conto Energia che è un meccanismo di incentivazione a sé, di durata ventennale, sulla produzione totale di energia elettrica dell’impianto fotovoltaico, indipendente dai consumi, dai prelievi e dalle immissioni.

Installazione di pannelli fotovoltaici: tutto l’iter del nostro “Chiavi in Mano”

Il primo passo per valutare la possibilità di installare un impianto fotovoltaico è un corretto sopralluogo che valuti le caratteristiche del luogo dove sarà fatta l’istallazione dei pannelli fotovoltaici (terreno, tetto, terrazzo, facciata) e del tipo di impianto fotovoltaico da installare. A seguire viene realizzata la progettazione preliminare e disposte sia le richieste autorizzative ( CIA, DIA ecc) presso gli enti di competenza che quelle di connessione con il Gestore della Rete Elettrica ( es. Enel Distribuzione S.p.A., Acea S.p.A., ecc…). Una volta conclusi i lavori di installazione ed effettuato l’allaccio da parte del Gestore di Rete, vengono inoltrate le pratiche al Gestore dei Servizi Energetici- GSE S.p.A. per la richiesta degli incentivi e la sottoscrizione delle convenzioni.

Chiedi maggiori informazioni a Ingegneria Solare

Sei interessato ad un impianto fotovoltaico per la tua abitazione o azienda ma non sai da dove cominciare? Vuoi conoscere gli iter burocratici relativi all’istallazione e messa in opera di pannelli fotovoltaici?
Hai necessità di un sopralluogo per l’istallazione di pannelli fotovoltaici sul tuo tetto o terrazzo della tua casa, della tua azienda o sul tuo terreno?

Per queste ed altre informazioni contattaci, i nostri tecnici saranno a disposizione per rispondere alle tue domande e valutare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze.
 

 

 
Ingegneria Solare s.r.l.
Via S. Rocco, 77
01034 Fabrica di Roma (Viterbo)
Privacy - Note legali
Tel: 339 3616902
Infosoft Viterbo - Realizzazione siti Roma, Viterbo, Italia